lunedì 29 giugno 2015

Io sto con la Grecia


La Grecia deve votare 'no' e il governo greco deve essere pronto, se necessario, a lasciare l'euro".Così Paul Krugman in un commento sul New York Times in cui argomenta che le ragioni che lo spingono a sostenere il no - in una situazione in cui la "Grecia appare aver raggiunto il punto di non ritorno, con le banche chiuse e il controllo sui capitali" - sono di natura economica e, soprattutto, politica. Oggi in molti si sono spesi per invitare i greci a votare “sì”, a cominciare dal presidente della Commissione europea Juncker. A scendere in campo sono stati anche Shultz, presidente del Parlamento europeo, e Merkel. Tutti si sono “esercitati” sul dossier greco sottolineando le forti critiche a Tsipras.  (fabio salvatori- controlacrisi.org) 
CONTINUA QUI

sabato 13 giugno 2015

Per fare altri 10, 100 1000 passi ...

Un nuovo modo per diffondere le nostre idee sostenendo contemporaneamente le attività di Rete 100 passi e di chi produce nel rispetto dell’ambiente e dei lavoratori. 

QUI TUTTE LE INFO

lunedì 1 giugno 2015

Regionali, alla faccia della maggioranza ...

Il dato politico vero di queste consultazioni regionali è soprattutto la bassa affluenza alle urne: si è recato ai seggi solo il 52,2% degli italiani nelle sette regioni in cui si è votato, quasi 12 punti in meno rispetto al 64,1% delle precedenti consultazione omologhe a quelle di ieri. In pratica, i candidati presidenti che l'hanno spuntata in realtà rappresentano una fetta di elettori tra il 15 e il 20% dell'elettorato. Alla faccia della maggioranza. Il dato dell'astensionismo è un dato politico fino in fondo. (fabio sebastiani- controlacrisi.org)
CONTINUA QUI