mercoledì 7 gennaio 2015

Con Charlie Hebdo

"Sto al fianco di Charlie Hebdo, come tutti dobbiamo essere, per difendere l'arte della satira che è stata sempre una forza di libertà e contro la tirannia, la disonestà e la stupidità". Così Salman Rushdie ha condannato su Facebook l'attacco terroristico di oggi contro il settimanale francese al quale ha espresso la sua solidarietà adottando, su Twitter, l'hashtag #JeSuisCharlie.
Uno dei pochi commenti che si sottrae alla marea islamofobica e reazionaria che sta montando da più parti con il chiaro obiettivo di scatenare una ondata di repressione “sempre utile”. Una giornata nera, quindi, per la critica corrosiva ed intelligente, in cui anche uno come Silvio Berlusconi, che contro la satira e la stampa più in generale ha sempre tuonato e vomitato parole di fuoco, di dire la sua.