lunedì 16 giugno 2014

Costruiamo la Syriza italiana? Come?...

Dopo il buon risultato alle recenti europee, una domanda
gira tra di noi? Costruiamo la SYRIZA italiana? Come?

15 commenti:

  1. avevo intravisto il test e in effetti coe scrivono alcuni commenti non è chiarissimo.. io scarto decisamente l'ipotesi 3, e sono piuttosto propensa all'ipotesi 1, che mi pare sia stata anche immaginata ad una prima riunione 'syrizica' a Roma dopo le elezioni, con Luca Casarini, Sel, movimenti ecc. Sto cercando di trovare eventuali nuovi sviluppi.
    Teniamoci informati! (bella la foto ;-)

    RispondiElimina
  2. Io ho votato per la 2 , che é stata la strada intrapresa anche dalla vera Syriza. Non credo a smantellare tutto e manco a far finta non sia successo nulla. Comunque sì, teniamoci in contatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cmq1 anch'io qualche settimana fa ho votato per la 2, poi sicneramente anche viste com'è andata la campagna personalistica di Furfaro mi fido poco di SEL e non mi garba il ripartire dalla distruzione di qualcosa..

      Elimina
    2. Anche io, oggi, mi fido poco di SEL....

      Elimina
  3. Sono d'accordo con l'opzione 1.
    I partiti non servono.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da singola cittadina nel 2011 ho preso parte alla campagna contro il nucleare, anzi..per me è iniziata nel 2009, cmq nei mesi pre-voto non sarei mai riuscita a fare volantinaggio e stamapare il mio materiale se non ci fosse stata la sede, la fotocopiatrice, la corrente elettrica messami a disposizione del PRC, che per l'occasione mise da parte simbili e bandiere, i partiti non serviranno, ma senz ala loro struttura molte cos enon ci sarebbero state...

      Elimina
    2. Allora teniamoci solo le strutture e i macchinari.
      Il resto può andarsene benissimo al diavolo :)

      Moz-

      Elimina
    3. io ho dovuto farlo con circolo PRC grazie al cambio della segreteria, evviva le quote rose, che ci hanno regalato un segretaria donna e giovane, maschilista e retrograda.. Insomma ma non tutto è da buttare, persone e macchine, buttiamo quello che non funziona e teniamoci il buono che c'è..

      Elimina
  4. ma con Vendola dove si va!??!

    RispondiElimina
  5. Ho votato 1 dopo aver pensato ai vari Vendola...
    Per continuare a sperare e ancora una volta, seguire una magnifica utopia, desidero che "si parta dal basso".

    RispondiElimina
  6. Io ho votato per la 2 ( concordo con Alli)...ma vedo che la più gettonata è la 1..
    Quant'è brutto non sentirsi rappresentati...
    Bacini George :)

    RispondiElimina
  7. io direi la 1 ma la vedo impossibile perchè troppo abituati a giocare a chi sta più a sinistra dell'altro e proprio per questo motivo alla fine tutti i progetti passati sono andati a farsi benedire.
    La speranza 'è sempre

    RispondiElimina
  8. Dovrei essere tra quelle che sta lavorando per...
    Ma dopo la batosta aeroporti, dopo il silenzio tutto intorno, dopo essersi resa conto che vivo in una regione dis ciacalli, dopo la delusione ricevuta dal circ.PRC in cui ho cercato di dare il meglio... sinceramente non so...
    almeno per l'Italia la vedo dura, c'è troppo stupidità in italia, si comincia dalle elementari che ti insegnano a comportimenti stagni e ti resta addosso per tutta la vita, il non saper fare i collegamenti tra una cosa e l'altra...
    sono delusa e triste per quello che Firenze con l'accordo di tutta la Toscana ha fatto a Pisa, la libertà, l'indipendneza, l'impegno, il sacrificio in Italia sono motivo di punizione...
    poi mi riprenderò , ma ora questo stato d'animo è necessario..l'otimosmo non porta da nessuna parte, come il buonismo di questi 20anni che ci ha fatto buttare giù di tutto...
    Abbiamo cose buone da cui partire e ripartire, ma ora mi va di stare ferma e cicatrizzare..

    RispondiElimina
  9. George, sono dispiaciuta per i dissidenti di SEL,
    ma non possiamo piangerci addosso, cavolo, andiamo avanti con chi ci sta e t'assicuro che anche se i partiti hanno una struttura che può essere utile (raccolta di firme ecc.) quelli non-partiti sono la maggioranza!
    buona domenica

    RispondiElimina