sabato 2 marzo 2013

Grillo cresce sulle macerie dei movimenti?

La nascita del grillismo è una conseguenza della crisi dei movimenti altermondialisti di inizio decennio. Man mano che quel fiume si prosciugava, il grillismo iniziava a scorrere nel vecchio letto. Nei primi anni, i liquidi erano ancora «misti», e questo ha impedito di vedere cosa si agitava nel miscuglio, oltre ad attenuare certe puzze. In seguito, la crescita tumultuosa del M5S è divenuta a sua volta una causa – o almeno una concausa importante – dell’assenza di movimenti radicali in Italia, per via della sistematica «cattura» delle istanze delle lotte territoriali, soprattutto di quelle più «fotogeniche». Non c’è lotta «civica» su cui il M5S non abbia messo il cappello, descrivendosi come suo unico protagonista.
LEGGI IL RESTO SU WU MING

10 commenti:

  1. Ipotesi affascinante quella di Wu Ming nell'intervista che vi invito a leggere, anche se non mi convince al 100%... Grillo è cresciuto sulle macerie, sì, ma tante... e allora forse loro hanno ragione? Oddio, sono confuso, voi che ne pensate? Leggete l'intervista e ditemi ...

    RispondiElimina
  2. IO credo che dietro ci sia un programma assai più grande..ci vedo dietro un messaggio di tipo massonico : l'obbiettivo è UN NUOVO ORDINE MONDIALE. L'obiettivo è quello di far crollare tutte le ideologie ( come ad esempio idee di destra e idee di sinistra )..è quello di rendere gli esseri umani tutti uguali, eliminando pian piano tutti i potenziali elementi che creano conflitti ( es : religione, politica..). La Casaleggio gestisce buona parte dell'informazione che noi leggiamo in rete, e non solo a livello nazionale. Ha dietro di se la J.P. Morgan. Gestire l'informazione, significa avere il controllo, filtrare le informazioni, manipolarle o addirittura dare risalto ad alcuni eventi, a discapito di altri. Io credo che quelli del M5S, con il loro metodo comunicativo, stiano facendo con una specie di lavaggio del cervello che va ad impattare in particolare sulle fasce sociali più disperate e deboli colpite da questa crisi...su quelle persone che non hanno una forte ideologia..su quelle persone che hanno meno cultura e che sono facilmente influenzabili. Credo che poi, alcuni personaggi di spicco e di cultura, abbiano abbracciato il programma, perché in qualche modo ci son stati portati dentro, magari perché ne condividono l'idea e l'obiettivo finale. Vero è, che nello scenario politico italiano, la nostra casta ha fatto cose disgustose..ed è stato gioco facile "vincere" con slogan del tipo "mandiamoli tutti a casa". A me, personalmente, questo M5S fa tanta paura..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo con attenzione molte cose, e ti devo dire la verità, non mi sono ancora fatto una vera idea ... c'è molta confusione, e in questa confusione, Grillo ha preso a destra, sinistra e centro. Se lui abbia un progetto preciso, però non lo so, forse altri sì. Ma leggiamo tutto senza paure.

      Elimina
    2. Nei messaggi di Grillo ci sono frasi e temi ridondanti...bisogna stare con le antenne alzate, intercettare i segnali e fare campagna d'informazione... Mi sono confrontata con tanti grillini...sono convintissimi ! Non accettano ragioni...aspettiamo e vediamo...un abbraccio George caro :)

      Elimina
  3. Ho letto pure io l'intervista dei Wu Ming, e devo dire, mi convince fino ad un certo punto. Grillo vince sulle macerie, di destra e di sinistra. I movimenti, che hanno avuto i loro interlocutori a sinistra, si trovano senza rappresentanza, come nella passata legisltatura del resto. Credo che ci vogli un analisi più complessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Creano anche io questo, bisogna ora vedere le sue mosse, e quelle di tutti gli altri.

      Elimina
  4. Grillo vince sulle macerie e basta.
    Mi piacerebbe tanto essere anarchico e fregarmene di tutto e di tutti, ma ho capito che in Italia l'unico che poteva permetterselo era Berlusconi.
    Non ricordo rivoluzione che non abbia un risultato diverso dalla distruzione.
    Anarchia e rivoluzione sono pratiche permesse a chi ha una disponibilità enorme di denaro; Grillo e Casaleggio se lo possono permettere.
    Altri invece no: a questi le macerie.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, condivido in buona parte. Lo spazio per giganteggiare è stato però creato da vhi, un anno fa, poteva vincere a mani basse, e invece si è messo in testa di salvare il paese, con l'unico risultato di salvare Berlusconi, ingrassae Grillo e ... vedi come è ridotto il paese, altro che salvarlo.

      Elimina
  5. Grazie per la segnalazione, trovo condivisibile la lettura che da Wu Ming. Tutti i movimenti, dai girotondi al movimento viola, hanno nettamente rifiutato una forma organizzativa. Questo ha lasciato spazio a chi come Grillo ha saputo convogliare quelle energie in una forma partito. Una grande responsabilità (colpa) è ascrivibile ai partiti di sinistra che non hanno raccolto quelle istanze, anzi le hanno trattate con sufficienza. Diffido molto del M5s, per mille motivi, ma a risultati elettorali acquisiti ho pensato e sperato che potessero contribuire a rinnovare il panorama politico invece mi sbagliavo. Anch'io ho paura di questo magma e spero che il collettivo Wu Ming abbia ragione quando dice che le contraddizioni emergeranno presto. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è la contraddizzione più grossa è la più evidente: erano contro i partiti, e sono diventato un grande partito, sempre più grande... staremo a vedere. Con le antenne dritte.

      Elimina